La procedura

Lo scenario epidemiologico determinato dalla pandemia da SARS Cov-2 che in Regione Lombardia ha interessato sostanzialmente tutte le strutture sociosanitarie delle diverse Province, anche se con differente impatto, ha reso necessaria la sospensione dell’attività programmata disciplinata già dalla circolare del 9 marzo 2020. 
L’evoluzione dello scenario epidemiologico e la necessità di far ripartire le attività di ricovero sospese, rende necessaria la predisposizione di un programma di riapertura atto a contenere il rischio di ripresa di focolai epidemici da SARS - COV2, mediante misure di prevenzione e protezione di tutti i soggetti che afferiscono alla struttura.
 
Si prega di prendere visione del "piano organizzativo gestionale", scaricabile a punto N.5 "documentazione".

Come presentare la domanda

In luogo, con la possibilità di visitare la struttura.
Telefonando all'ufficio accettazione e inviando la documentazione via fax al n. 0376/8612130.
Via mail all'indirizzo di posta elettronica info@residenzasanpietro.it

Informazioni

Ufficio Accettazione Tel. 0376/861211

Gestione lista d’attesa

Le domande di inserimento vengono vagliate dalla Direzione Sanitaria e, se accettate, inserite in lista d’attesa osservando i criteri riportati nella Carta dei Servizi.
Per informazioni su disponibilità di posti letto e sulla lista d’attesa in tempo reale, oltre al contatto diretto o telefonico con la reception della struttura, è possibile consultare il sito dell’ATS Val Padana alla sezione Rsa on-line www.ats-valpadana.it.
Al momento della disponibilità di posti letto il personale della Residenza procede a contattare i familiari per la programmazione dell'ingresso.

Procedura per nuovo ospite proveniente dal domicilio

  • Il Direttore Sanitario, o in sua assenza un altro medico, effettua un’accurata anamnesi con il familiare/caregiver/AdS, volta ad escludere la presenza di sintomi sospetti per CODIV-19 e/o l’esposizione a fonti di possibile contagio nei 14 giorni precedenti, nonché a valutare la possibilità di effettuare correttamente isolamento domiciliare per il tempo intercorrente tra gli accertamenti e l’ingresso in Struttura.
  • Se l’anamnesi dà esito negativo il personale della struttura (eventualmente personale ADI), munito di tutti i DPI necessari (camice idrorepellente, guanti, mascherina FPP2, visiera, sovrascarpe, cuffia) si reca al domicilio del potenziale ospite ed effettua tampone naso-faringeo e test sierologico per COVID-19
- Se la sierologia e il tampone risultano negativi, il futuro ospite rimane in isolamento presso il domicilio per ulteriori 14 gg. Il personale medico od infermieristico, verificandone l’applicazione, si fa carico di fornire al caregiver tutte le informazioni necessarie affinché l’isolamento sia effettuato in modo corretto, anche per via telefonica. Trascorsi i 14 gg la struttura si farà carico di ripetere il test sierologico ed il tampone ed in caso di risultati ancora negativi l’ospite potrà entrare in struttura nei nuclei appositamente destinati all’accoglimento. Qualora il contesto domiciliare, dopo le opportune verifiche, non lo consenta, l’isolamento può essere effettuato presso la struttura di accoglienza.
- In caso di sierologia positiva e tampone negativo, il personale della struttura ripete il tampone dopo 2 giorni; se anche il 2° tampone risulta negativo si procede all’ingresso.
- In caso di tampone positivo, l’utente viene preso in carico dal MMG e indirizzato alle apposite strutture.

Procedura per nuovo ospite proveniente da altra struttura

  • Se il ricovero era stato determinato da COVID-19 e il paziente risulta guarito è possibile effettuare l’accoglimento.
  • Se il ricovero era stato determinato da altre cause e l’anamnesi per COVID-19 è negativa viene effettuato tampone naso-faringeo e test sierologico per COVID-19. 
    - Se la sierologia e il tampone risultano negativi, l’ospite può accedere in struttura, rimanendo in isolamento per 14 giorni, trascorsi i quali si ripetono test sierologico e tampone.
    - In caso di sierologia positiva e tampone negativo, il tampone viene ripetuto dopo 2 giorni; se anche il 2° tampone risulta negativo si procede all’ingresso.
    - In caso di tampone positivo, l’utente viene preso in carico dalle apposite strutture.
 
La medesima procedura si applica anche in caso di rientro di ospite momentaneamente trasferito presso struttura di ricovero ospedaliera. 
Procedura per ospiti che ricorrono spesso a prestazioni ambulatoriali non erogabili presso la struttura (in particolare dialisi o chemioterapia):
L’ospite viene sottoposto a test sierologico.
- Se il risultato è negativo, l’ospite viene costantemente tenuto sotto sorveglianza per verificare l’insorgenza di sintomi sospetti per COVID-19 e/o febbre ed effettua i trasferimenti per e da l’ospedale con idonei DPI
- In caso di sierologia positiva si procede ad eseguire il tampone naso-faringeo, che, se positivo, comporta l’immediata applicazione delle misure di isolamento e presa in carico (vd. Piano Organizzativo Gestionale)
DOCUMENTI DA PRESENTARE AL MOMENTO DELL'INGRESSO
 
• Documento d'identità in corso di validità
• Codice fiscale
• Tessera sanitaria
• Certificato di esenzione ticket
• Documentazione medico-sanitaria relativa al periodo antecedente l'ingresso (esami clinici, referti medici, lastre radiografiche ecc…)
 
 
DOTAZIONE CONSIGLIATA
Gli ospiti della Residenza "San Pietro" indossano gli abiti a cui sono sempre stati abituati; tuttavia si consiglia di portare solo di indumenti non particolarmente delicati e lavabili in lavatrice, in caso contrario il servizio di lavanderia non sarà garantito e, comunque, la Direzione declinerà ogni responsabilità per eventuali danneggiamenti.
 
E' fatto obbligo di consegnare al personale di reparto gli indumenti degli ospiti (sia al momento del ricovero che per ogni successivo reintegro), al fine di procedere alla loro etichettatura; in caso contrario, l'Amministrazione declina ogni responsabilità per smarrimenti od ammanchi.

Rette di degenza

Per il soggiorno e la permanenza presso la RSA e la RSD gli ospiti sono tenuti al pagamento di una retta giornaliera che viene fatturata su base mensile e posticipatamente rispetto al periodo di degenza. L'importo delle rette viene determinato annualmente e, di norma, ha validità dal 1° gennaio al 31 dicembre. Gli importi praticati sono riportati nella Carta dei Servizi della struttura scaricabile alla sezione documenti, e sono rilevabili consultando la scheda della struttura riportata sul sito dell’ATS Val Padana alla sezione Rsa on-line www.ats-valpadana.it .

SERVIZI COMPRESI NELLA RETTA

Il pagamento della retta dà diritto di godere del vitto, dell'alloggio, dell'assistenza socio-sanitaria, infermieristica, delle prestazioni di consulenza specialistica, dei servizi alla persona (parrucchiere, podologo/pedicure curativo) e di tutti i servizi generali e collettivi predisposti dall'Ente Gestore, compreso il lavaggio e la stiratura del vestiario e della biancheria personale dell'ospite; inoltre consente la partecipazione a tutti i progetti e programmi terapeutico-riabilitativi e di animazione posti in essere dall'organizzazione.

SERVIZI NON COMPRESI NELLA RETTA

Restano escluse dall'ammontare della retta corrisposta:
• le prestazioni di trasporto a mezzo ambulanza per l'accompagnamento dell'ospite a presidi socio-sanitari pubblici o privati, ancorché disposte dal personale;
• medico della struttura;
• le forniture di protesica in genere;
• le eventuali spese funebri; l'utilizzo del telefono (la cui attivazione al posto letto dovrà essere autorizzata da parte del familiare che si impegna al pagamento).

Documenti scaricabili

Domanda di accoglimento alla Residenza Sanitaria Disabili e Assistenziale (RSD e RSA)
Domanda di accoglimento al HOSPICE
Piano organizzativo COVID-19 RSA
Piano organizzativo COVID-19 RSD
Piano organizzativo COVID-19 HOSPICE